ANSA (© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati)
Aggiornato il: 25/06/2012 | autore ANSA

Afghanistan: razzo su base, muore carabiniere

La vittima e' Manuele Braj, 30enne di Galatina, Lecce. Altri due militari feriti, un quarto illeso


Afghanistan: razzo su base, muore carabiniere

ROMA - Un carabiniere e' morto ed altri due sono rimasti feriti in seguito ad una esplosione avvenuta stamani in un campo addestrativo della polizia afghana, ad Adraskan. L'esplosione, causata da un razzo lanciato sulla base dall'esterno, e' avvenuta alle 8.50 locali (le 6.20 in Italia) in prossimita' di una garitta di osservazione installata a ridosso della linea di tiro del poligono. L'esplosione ha coinvolto 4 militari dell'Arma appartenenti al PSTT (Police Speciality Training Team) uno speciale nucleo addestrativo della polizia afghana. I familiari sono stati informati.

LA VITTIMA - Il militare dell'Arma morto in seguito all'esplosione ad Adraskan e' il carabiniere scelto Manuele Braj, 30enne di Galatina (Lecce), effettivo al 13/o Reggimento 'Friuli-Venezia Giulia'. Lascia la moglie, 28enne, e il figlio di 8 mesi.

Manuele Braj era alla sua quinta missione di 'Peacekeeping' all'estero. Era in Afghanistan dal 7 maggio scorso. In precedenza il militare salentino era stato in Albania, per due volte in Bosnia-Erzegovina e una volta in Iraq. Sia i genitori di Braj - padre operaio in un caseificio del paese, madre casalinga - sia i famigliari della moglie del militare morto risiedono a Collepasso, piccolo centro di poco piu' di 6.000 abitanti a 30 chilometri da Lecce.

I FERITI - Sono il maresciallo capo Dario Cristinelli, 37 anni, di Lovere (Bergamo) e il carabiniere scelto Emilano Asta, 29, di Alcamo (Trapani), effettivi alla seconda Brigata mobile di Livorno e al 7/o Reggimento 'Trentino Alto Adige', i due militari rimasti feriti nell'esplosione che e' costata la vita al carabiniere scelto Manuele Braj. Sono entrambi ricoverati all'ospedale da campo americano di Shindand per lesioni alle gambe.

Le lesioni alle gambe riportate dai due militari dell'Arma sono gravi, anche se - viene ribadito - non sono in pericolo di vita: entrambi sono stati subito soccorsi e trasportati in elicottero all'ospedale Usa 'Role 2' di Shindand. Appeana possibile saranno trasferiti. Nella base di Adraskan, la zona dell'esplosione e' stata isolata per permettere i rilievi da parte degli artificieri e ricostruire la dinamica.

RAZZO PROVENIENTE DA ESTERNO - L'esplosione che ha ucciso oggi un carabiniere in Afghanistan e ne ha feriti altri due e' stata provocata, secondo i primi accertamenti, da un proiettile proveniente dall'esterno, presumibilmente un razzo Rpg.

NAPOLITANO, PROFONDA COMMOZIONE,CORDOGLIO PAESE - "Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, appresa con profonda commozione la notizia del tragico attentato in cui ha oggi perso la vita un carabiniere e altri due sono rimasti gravemente feriti, mentre svolgevano i propri compiti operativi nella missione internazionale ISAF in Afghanistan, esprime i suoi sentimenti di solidale partecipazione al dolore dei famigliari del caduto, rendendosi interprete del profondo cordoglio del Paese. Il Presidente Napolitano formula l'accorato auspicio che i militari feriti nell'attacco possano superare questo critico momento". Lo rende noto un comunicato del Quirinale.

MONTI, SINCERO E PROFONDO CORDOGLIO  - Il premier Mario Monti ha espresso ai familiari del militare morto in Afghanistan il "piu' profondo e sincero cordoglio". "Il mio pensiero - ha detto - va alla famiglia di Braj e all'Arma dei carabinieri, impegnata nell'importante missione di addestramento delle forze di polizia afghane. Voglio augurare una pronta guarigione ai carabinieri rimasti feriti nell'attentato. Il nostro Paese sta facendo uno sforzo molto grande in Afghanistan a sostegno della stabilita' e della sicurezza contro il terrorismo internazionale"

TERZI,VILE ATTACCO,PERSO GIOVANE VALOROSO  - "E' una notizia tristissima: abbiamo perso un giovane valoroso italiano impegnato a costruire un futuro piu' sicuro per i nostri figli e un Afghanistan in cui gli afghani possono decidere il loro futuro". Lo dichiara il ministro degli esteri Giulio Terzi.

"Sono vicino ai familiari del nostro carabiniere, a cui va il mio cordoglio piu' profondo, e ai due militari rimasti feriti in questo vile attentato", ha aggiunto il ministro degli Esteri Giulio Terzi.

19Commento
25 giu 2012, 12.07
avatar
LI NON CI SONO DIMOSTRANTI PACIFICI  DA PICCHIARE

ANDATE VIA DI CORSA O VI FARANNO IL  CUL....OOOOOOO
CHE GIA' IL BRUCIORE LO SENTITE...........
LA DEMOCRAZIA NON SI ESPORTA.........!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
25 giu 2012, 11.37
avatar
credo che i nostri italiani corrono un grosso rischio a rimanere ancora lì , meglio se rientrano tutti subito , non seve a niente rimanere in un paese straniero  ingrado .
25 giu 2012, 05.17
avatar
guarda iucci, condivido pienamente che ora di finirla di sacrificare vite umane per queste missioni estere, visto i problemi che abbiamo in Italia: economici e per le recenti cause naturali capitate in Emilia. Ma contesto il tuo accostamento al "cesso" anche per le vite umane.
Moderazione ci vuole e/o oculatezza per chi commenta dall'altra parte della barricata, comodamente seduti.
25 giu 2012, 04.02
avatar

QUESTI CARABINIERI E MILITARI MANDATELI NELL'EMILIA FRA I TERREMOTATI.

NELL'AFGANISTAN SONO VITE E SOLDI BUTTATI NEL CESSO.....

25 giu 2012, 11.19
avatar
adeso ci saranno le polemiche com'è giusto che sia , ma intanto un'altra vita umana se ne è andata , davvero potrebbero essere utilizzati in italia dove non correrebbero tutti questi rischi , e anzi potrebbero davvero essere utili alle popolazioni colpite dal sisma in emilia , abruzzo , nelle ex alluvioni di messina , genova ecc.
25 giu 2012, 11.15
avatar
non capisco davvero perchè abbiamo tanti militari in giro per il mondo a rischiare la vita e spese per tutta la collettività non indifferente , un'altro padre di famiglia che perde la vita invano , un vero peccato , mi dispiace moltissimo , mi associo al dolore dei familiari anche se non li conosco personalmente , ma umanamente .
25 giu 2012, 11.31
avatar
questo a mio avviso vuol dire che gli stranieri in afghanistan sono considerati nemici , non sono gradi ai servizi degli italiani , forse li considerano invasori , chissà .
6 mar 2013, 09.15
avatar
Quando mancano manifestanti da manganellare a sangue, subite il colpo!
basta con le missioni militari all'estero! costano allo stato italiano DUE MILIONI DI EURO AL GIORNO e servono SOLTANTO  per mantenere la casta militare  e i suoi affari di armi e morte VERGOGNA!
25 giu 2012, 11.22
avatar
qual'è lo scopo di rimanere ad operare in un paese dove non si risolverà niente secondo me ,  in quanto culture molto diverse dalle nostre , ci vorranno secoli . che vantaggi avrà l'italia , o costi .
Segnala
Per favore aiutaci a mantenere una comunità sana e vivace segnalando ogni comportamento illegale o inappropriato. Se pensi che un messaggio violi leCodice di comportamentoper favore utilizza questo modulo per inviare notifiche ai moderatori. Loro faranno le verifiche sulla tua segnalazione e prenderanno le decisioni appropriate. Se necessario, riporteranno tutte le attività illegali alle autorità competenti.
Categorie
limite di 100 caratteri
Eliminare il messaggio?

approfondimento

messaggio promozionale

SùGiù

tutte le notizie