ANSA (© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati)
Aggiornato il: 30/06/2012 | autore ANSA

La minigonna compie 50 anni e non si vede



La minigonna compie 50 anni e non si vede

di Nicoletta Tamberlich

ROMA - Ha liberato le donne, entusiasmato gli uomini e cambiato il mondo. La minigonna e' stata la piu' grande rivoluzione della moda del XX secolo. Quest'anno si celebrano i suoi 50 anni, e si conferma l'indumento preferito dalle donne per esaltare la loro femminilita'. Era il 1963, per la precisione, quando la stilista Mary Quant vendeva il primo modello di minigonna nella sua boutique Bazaar di Chelsea, a Londra, e nello stesso anno compare per la prima volta sulle pagine di Vogue in Inghilterra una gonna sopra il ginocchio, il capo d'abbigliamento che cambiera' per sempre non solo il look, ma anche lo stile di vita delle giovani, aprendo una sorta di "nuovo spazio sociale" alle gambe delle donne. P A indossarla e' Twiggy: prima top model-teen ager ritratta anche dalla neonata macchina Polaroid. Per la giovane stilista si ispiro' ad un altro simbolo degli anni sessanta, la "mini", della casa automobilistica Austin. Ma non tutti sono d'accordo nell'attribuire l'opera a Mary Quant.

In quello stesso periodo anche un altro stilista, Andre' Courre'ges lavorava su mini-abitini e gonne corte, e molti ritengono che sia lui il padre della minigonna. "Le vere creatrici della mini sono le ragazze, le stesse che si vedono per la strada", dichiaro la Quant. Fatto sta che dopo il 1965 l'abbigliamento femminile non sara' piu' lo stesso. Le gonne corte imporranno stivali alti di vernice, nuove calze dette collant e una rivoluzione della biancheria. Per festeggiare degnamente le "nozze d'oro" eBay.it, da osservatorio privilegiato delle abitudini di consumo degli italiani, conferma la preferenza del capo anche da parte delle internaute. E' risultato che, tra tutte le tipologie di gonne in vendita sul sito, la 'mini' e' sempre in cima alle preferenze delle italiane, con un capo venduto ogni 34 minuti nei primi 5 mesi del 2012. Il colore preferito da chi indossa la mini e', neanche a dirlo, il nero. Al secondo posto troviamo il bianco, adatto soprattutto al clima estivo, e al terzo il blu, perfetto per tutte le occasioni.

Rosso, verde, viola e rosa portano alta la bandiera di chi ama i colori e la fantasia. E la taglia invece? Le acquirenti su eBay dimostrano un fisico perfetto: la taglia 42 e' quella che va per la maggiore. Per chi indossa la minigonna o miniabiti la seconda taglia piu' acquistata e' la 40, mentre se consideriamo gli shorts si passa ad una 44. Un'ultima curiosita': chi compra maggiormente le minigonne? Donne per un 70%, ma stupisce un buon 30% di acquisti effettuato dagli uomini. Ci sono volute migliaia e migliaia di gambe al vento, di fischi irriverenti, di commenti insolenti e di donne perseveranti prima che il comune senso del pudore digerisse l'idea della minigonna. Ma da li' in poi e' stato un trionfo: le castigate gonne sotto il ginocchio sono uscite stracciate dal confronto con le sorelline. Dalle prime mini, colorate e svasate, guardate con piu' di un sospetto dai benpensanti, si passa a quelle trasparenti e lunari della fine degli anni '60, alle micro gonne di pelle nera dei punk, al boom dei tessuti sintetici degli anni '80, alle varianti maschili della mini, ovvero i micro calzoncini elastici con cui viene fotografata Madonna mentre fa jogging, alla fine del decennio. Negli anni '90 le passerelle vengono invase dalle top model, la minigonna riappare con gli stilisti Dolce e Gabbana e Prada.

A un anno dal crollo delle Torri Gemelle, nel pieno di una crisi politico-mondiale senza precedenti, sono sempre questi due stilisti piu' all'avanguardia, per la primavera estate 2003 a rilanciare la minigonna. Gattinoni fa sfilare Twiggy a Milano. E Alberta Ferretti scopre la nuova Twiggy, Sarah Calogero. E poi? Improvvisa sobrieta', come si conviene ad un periodo di crisi economica e internazionale. Ma non dura molto. Giorgio Armani ripropone la mini nelle sue collezioni autunno inverno 2003-2004, Roberto Cavalli lancia una linea di gonnelline pacifiste con lo slogan No war, more wear. Ma ancora oggi in alcuni paesi la minigonna e' vietata. E ancora nel 2008 in Italia ha fatto discutere una pubblicita' - Una ragazza di spalle che indossa una una minigonna di jeans sotto una maglietta rossa, il 'lato B' in primo piano con una copia della 'nuova Unita', infilata in una taschina - scelta da Oliviero Toscani per il lancio del quotidiano in veste rinnovata, diretto allora da Concita De Gregorio.

9Commento
30 giu 2012, 13.09
avatar
avevo  circa nove anni quando un vicina giovane indosso  una delle prime   ancora oggi  affettuosamente ricordo quella persona con gli occhi  allegri e tanta grazia peccato che non c'e' piu   aveva un fascino di una ventenne  che resta nei ricordi affascinante  non parlo di erotismo ma di  gioia di vivere una festa ,cosa che si e persa un pochettino per il mutare dei tempi  e solo un paio di anni prima in spiaggia indosso un bikini   ricevendo consensi generali sempre per l'eleganza di quel periodo    innovativo.. confesso era la prima cotta  quelle che fanno arrosire e che restavano  nascoste nel cuore...  un  mito  ovunque tu sei  ''' patrizia ti mando un bacione sbirciai involontariamente guardandola in babydoll un altro capo allora nuovo e mi parve un angelo .scusate la mia confessione ma adesso  mi sembra di essermi liberato da un incantesimo vecchi  ricordi tornati  per magia alla mente
30 giu 2012, 16.05
avatar
Bellissimo il commento di acquario epoca, sembra davvero di tornare e di rivedere sia sentimenti sia aspetti del periodo per come potevano essere visti da un bambino. Altro che scusarsi, anzi è bello conservare dopo 50 anni sentimenti e ricordi così "freschi" , Comunque ...grande Mary Quant!
1 lug 2012, 01.05
avatar
bisogna raccontare  .... le ingiustizie .la cattiveria e l'oscurantismo che accolse questa  moda non accusatemi sempre di essere anticlericale ma  senza ritegno i bigotti storcevano il muso e sussurravano ''pputttannne'    questo  e' 'l'attegiamento che la chiesa  fanatica  esprime ad ogni  ''confortevole innovazione'''  se ricordate piu' di una femina in minigonna veniva invita/scacciata  ad uscire da un luogo che  viene definito sacro ma scusate sacro  non vuol dire  puro e  si puo essere   in peccato anche con un sacco nero addosso dalla testa ai piedi ecco perche la chiesa e nemica del progresso
30 giu 2012, 13.02
avatar
certo che la mini gonna alle donne ci dona veramente ecco perchè esiste da 50 anni , e i tacchi a spillo completano la bellezza femminile .
1 lug 2012, 01.12
avatar
il successo della commedia all'italiana anni 70/80   dell'indimenticabile bellezza di eleonora giorgi,ornella muti,   fino alla maestra di pierino si basava appunto sulla freschezza dei sentimenti  riportati con armonia ... nell'ingenua parodia dei buoni sentimenti citati da acquario epoca che la minigonna ispirava
1 lug 2012, 05.06
avatar
Essendo estate, vi piaccia o no, io indosserò il perizoma.
30 giu 2012, 15.05
avatar
mettevi un 45 giri e via  con  quelle gonnelline    sembravano    dive  tutte cominciarono la dieta per indossarla apparivano certi mutandoni  ridicoli poi  lo stile e' migliorato tutto il vestiario si e' adeguato   rendendo la minigonna la regina delle miss
30 giu 2012, 13.05
avatar
Infatti   le donne  della  tribù  zulù   in sud  africa  la  usava  già   da molti  anni, e la usa  ancora
Segnala
Per favore aiutaci a mantenere una comunità sana e vivace segnalando ogni comportamento illegale o inappropriato. Se pensi che un messaggio violi leCodice di comportamentoper favore utilizza questo modulo per inviare notifiche ai moderatori. Loro faranno le verifiche sulla tua segnalazione e prenderanno le decisioni appropriate. Se necessario, riporteranno tutte le attività illegali alle autorità competenti.
Categorie
limite di 100 caratteri
Eliminare il messaggio?

approfondimento

messaggio promozionale

SùGiù

tutte le notizie