ANSA (© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati)
Aggiornato il: 24/06/2012 | autore ANSA

Prete no global: 'Non fate offerte al Papa'

Don Vitaliano durante l'omelia ammonisce i fedeli: 'Se donate al Santo padre alimentate le casse dello Ior'


Prete no global: 'Non fate offerte al Papa'

Lo aveva annunciato e oggi, in occasione della "Giornata per la carita' del Papa" lo ha ribadito dall'altare ai fedeli di Mercogliano (Avellino): "I soldi che raccogliamo - ha detto don Vitaliano - dovrebbero essere destinati a opere di carita' del Santo Padre, ma andrebbero ad alimentare le casse dello Ior, che e' una banca al centro di strane vicende. Non e' certo la sua figura di guida ad essere in discussione, ma cosa c'entra una banca con il Vaticano e con la missione della Chiesta cattolica?".

Dopo un lungo silenzio, durato quattro anni, lontano dai cortei e dalle manifestazioni 'No Global', ritorna sui temi d'attualita' don Vitaliano della Sala, il prete avellinese. "Da quattro anni - raccolta don Vitaliano - guido i mille fedeli della mia parrocchia, affidatami dopo un periodo di sospensione deciso allora dall'Abate di Montevergine durante il quale mi fu concesso di celebrare la Messa ma senza la presenza dei fedeli in Chiesa". Don Vitaliano parla delle sue vicende bevendo un caffe' in un bar del Paese: "Non mi hanno neanche ridato ufficialmente l'incarico di parroco, ma solo quello di amministratore parrocchiale normalmente utilizzato per brevi periodi. Cio' non mi impedisce di dire quello che penso e, soprattutto quello che sento essere il sentimento dei miei fedeli".

Don Vitaliano preparandosi per la Messa nella sua Chiesa di San Pietro e Paolo tiene a sottolineare la sua devozione per il Papa: "E' un teologo eccelso, un saggio e soprattutto un uomo onesto, ma cio' che lo circonda e' opaco". Gli fa eco uno dei suoi fedeli che lo assiste in sagrestia: "Noi lo vediamo come un marinaio in mezzo a una tempesta". "Ho letto che ieri - prosegue Don Vitaliano della Sala - il Papa ha incontrato cinque cardinali. Se e' la chiarezza quella che cerca, avrebbe fatto meglio a incontrare cinque parroci, magari di piccoli paesi o di quartieri a rischio come Scampia a Napoli o lo Zen di Palermo. Loro, come me, sono il vero termometro di quale sia la considerazione dei fedeli, amplificata anche da questo particolare momento di crisi, verso i vertici della Chiesa".

Una volta sull'altare, al momento dell'omelia, iniziata con il racconto della nascita di San Giovanni Battista, don Vitaliano si e' rivolto ai fedeli, una sessantina di persone in tutto, mostrando loro la locandina che promuove la "Giornata della Pieta' del Papa" e poi ha detto: "Invece di dare i soldi al Vaticano devolveremo quanto raccolto oggi a persone in difficolta' della nostra comunita', magari a Giovanni". Un nome che tutti a Mercogliano conoscono: fu lui, Giovanni Barbieri, imprenditore della zona disperato per la sua azienda in crisi, a presentarsi in Banca lo scorso 25 maggio, con due bottiglie incendiarie in mano, intenzionato a dare fuoco ai locali del'istituto. Poco prima di compiere l'insano gesto aveva inviato un sms proprio a don Vitaliano: "non voglio fare male a nessuno", c'era scritto.

13Commento
25 giu 2012, 03.59
avatar

nella chiesa ci sono tante cose oscure e tanti parroci che si prodigano per i poveri.

 

25 giu 2012, 14.32
avatar

A quel miliardo di euro vanno poi aggiunti :

- 478 milioni di euro per gli stipendi degl insegnanti di religione

- 258 milioni per i finanziamenti alle scuole cattoliche

- 44 milioni per le cinque università cattoliche

- 25 milioni per la fornitura dei servizi idrici al Vaticano

- 20 milioni per l'Università di Campus Biomedico dell'Opus Dei

- 19 milioni per l'assunzione in ruolo degli insegnanti di religione

- 18 milioni per i buoni scuola degli studenti delle scuole cattoliche

- 9 milioni per il fondo di sicurezza sociale dei dipendenti vaticani e dei loro familiari

- 9 milioni per la ristrutturazione di edifici religiosi

- 8 milioni per gli stipendi dei cappellani militari

- 7 milioni per il fondo di previdenza del clero

- 5 milioni per l'Ospedale di Padre Pio a San Giovanni Rotondo

- 2 milioni e mezzo per il finanziamento degli oratori

- 2 milioni per la costruzione di edifici di culto

- Varie ed eventuali

[Dati del 2004]

 

Fonti:

informazioni tratte dal libro "Perché non possiamo essere cristiani (e meno che mai cattolici)" di Piergiorgio Odifreddi

25 giu 2012, 11.53
avatar

Ancora offerte dopo i novecento e passa milioni di euro dell'otto per mille irpef ???

Pota!!!

25 giu 2012, 11.06
avatar

  E' la solita mistificazione della chiesa che viene smascherata da un Ministro di Dio  " onesto " !
La Chiesa, nel tempo ha sempre chiesto soldi con la scusa di fare del bene ai bisognosi, ma di quei soldi che sono finiti nelle mani del Vaticano, i bisognosi, non ne hanno mai visti : sono serviti per arricchire le casse dello I.O.R.  ( che è la banca  del Vaticano ) e rendere il Vaticano lo stato più ricco del pianeta : alla faccia di coloro  che donano  per i bisognosi !   Ha voglia  "  ROSA DE JERICO "  di blaterare come le sue amiche  " bacia pile " : dovrebbe raccontare la storia della Chiesa dal  TORCHEMADA in avanti, sempreché ne sappia  la storia non inquinata dai predicatori  in malafede !


25 giu 2012, 08.42
avatar
fosse VERAMENTE  pericoloso per le papocchie vaticane gia' sarebbe al creatore i servizi segreti della santa sede sono   come i caccia vanno diritti a bombardare l'obbiettivo che   intralcia il cammino dello I.O.R. avete dimenticato  IL TRATTAMENTO RISERVATO A SINDONA
26 giu 2012, 13.41
avatar

Lutero e Torquameda sono dei ' Kamikaze ideologici ' dello stato pontificio?

Torquameda un prodotto della "Santa Inquisizione", Lutero, un dissidente disgustato dalle opere del papato e che in seguito, divento` peggio di quanti aveva criticato.

Giusto alcuni esempi della cosidetta 'cristianita`'; non a caso un filosofo e teologo francese del 16mo secolo ci ha lasciato la seguente osservazione: "Non si fa mai il male così pienamente e così allegramente come quando lo si fa per una convinzione religiosa" (Blaise Pascal)

Altro che piccole frane .....

25 giu 2012, 08.44
avatar
PRETE NO GLOBAL E' UN EUFEMISMO  IL SOLITO PRETE CHE SI CAMUFFA TRA I GIOVANI LA SPIA  ......STRATEGIA TIPO IL CAVALLO DI  TROJ
24 mar 2013, 16.19
avatar
MATTEO 10 :8 seconda parte gratuitamente avete ricevuto gratuitamente date
26 giu 2012, 10.04
avatar
i soliti falsi convertiti che vorrebbero oltre ogni fanatico credo  fondarne uno  propio risposta per un 72  TORCHEMADA  beato   che legge l'illegibile e studia quello che gli propinano     la chiesa e' nota per fare e disfare     praticamente una mostruosita che   rinasce dalle propie nefandezze lutero ne fu un esempio   ....''  un altro  venduto al servizio  della chiesa '' che fece morire milioni di persone per consegnare lo scettro piu' luccicante di prima al papa     come vedi  lo stato pontificio e' una roccia solida che di tanto in tanto   consente delle piccole frane per rinsaldare il suo cuore nero.. lutero e tarchemada  sono'' kamikaze,idiologici'' dello stato pontificio 
Segnala
Per favore aiutaci a mantenere una comunità sana e vivace segnalando ogni comportamento illegale o inappropriato. Se pensi che un messaggio violi leCodice di comportamentoper favore utilizza questo modulo per inviare notifiche ai moderatori. Loro faranno le verifiche sulla tua segnalazione e prenderanno le decisioni appropriate. Se necessario, riporteranno tutte le attività illegali alle autorità competenti.
Categorie
limite di 100 caratteri
Eliminare il messaggio?

approfondimento

messaggio promozionale

SùGiù

tutte le notizie