ANSA (© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati)
Aggiornato il: 05/07/2012 | autore ANSA

Rai: fumata bianca per il Cda. Eletti i 7 consiglieri

Si sblocca stallo: 4 a Pdl, 2 a Pd, uno al Terzo Polo. Zavoli: 'Cambia rapporto azienda-politica'


Rai: fumata bianca per il Cda. Eletti i 7 consiglieri

ROMA  - La Vigilanza ha eletto nel cda Antonio Pilati, Antonio Verro, Maria Luisa Todini, Guglielmo Rositani tutti con cinque voti, da parte di Pdl e Lega; Gherardo Colombo e Benedetta Tobagi con cinque voti, indicati dal Pd; Rodolfo De Laurentiis, con cinque voti, per il Terzo Polo. Ci sono stati quattro voti per Flavia Nardelli, non ha votato Beltrandi.

Per la nascita del nuovo Cda, manca ora la conferma dei due membri nominati dal Tesoro, uno dei quali (Anna Maria Tarantola) sara' indicata come presidente.

ZAVOLI, ORA CAMBIA RAPPORTO POLITICA-AZIENDA - "Possiamo compiacerci che al di la' di imprecisioni e incongruenze, contraddizioni e malesseri, manifestati legittimamente anche in quest'aula, qualcosa da oggi non sara' piu' come prima nel rapporto tra una politica malintesa e l'azienda". Lo dichiara il presidente della Vigilanza, Sergio Zavoli, dopo il voto sul cda Rai.

IN VIGILANZA PROTESTE PD-IDV PER SOSTITUZIONE AMATO - Proteste di Pd e Idv in Commissione di Vigilanza Rai per la sostituzione di Paolo Amato con Pasquale Viespoli. Il capogruppo del Pd, Fabrizio Morri, ha fatto presente di non aver mai visto un componente della Commissione destituito senza il suo consenso, mentre il capogruppo Idv, Pancho Pardi, ha sostenuto che la decisione doveva essere presa di concerto tra il presidente della Camera e del Senato. "Se Amato facesse ricorso avrebbe buone probabilita' di avere ragione", ha spiegato Pardi ai giornalisti.
"Abbiamo sottolineato l'irregolarita' dell'avvicendamento - ha spiegato il capogruppo Idv, Pacho Pardi, dopo la riunione -. Io ho fatto notare che la decisione sulla sostituzione, trattandosi di una commissione bicamerale, doveva essere condivisa dai presidenti delle due Camere. Invece Schifani ha prevaricato il presidente della Camera".

VIESPOLI, FINI DISSE SOSTITUZIONE SPETTAVA A SCHIFANI - "Ho qui una lettera di Gianfranco Fini, datata 18 giugno, nella quale sostiene che la scelta sulla sostituzione spettava a Schifani perche Coesione Nazionale e' un gruppo presente solo al Senato". Lo ha detto Pasquale Viespoli, rispondendo alle polemiche del centrosinistra sul fatto che la decisione sul suo ingresso in commissione di Vigilanza dovesse essere presa di concerto dai presidenti delle due Camere. Viespoli ha inoltre precisato di aver votato per Maria Luisa Todini.

FEDERCONSUMATORI, GOVERNO SENZA CORAGGIO IN VICENDA CDA - "Il balletto delle nomine avvenuto in queste ultime settimane e' una delle scene piu' vergognose e raccapriccianti cui l'Italia si e' trovata ad assistere negli ultimi anni". Lo sottolinea una nota diffusa dalla Federconsumatori in merito alla vicenda dei vertici Rai. "Mentre Monti ha avuto il coraggio di fare una scelta difficile e sofferta come quella di ridurre le pensioni - dichiara il presidente Rosario Trefiletti -, non ha dimostrato uno straccio di coraggio relativamente alla vicenda del Cda e del commissariamento. Un episodio scandaloso, che ha dimostrato ancora una volta l'inutilita' e l'inopportunita' di ogni intromissione dei partiti nella direzione del servizio radiotelevisivo". "Un legame - si legge nel comunicato - che da anni chiediamo sia spezzato definitivamente, attraverso una necessaria ed improrogabile riforma della governance, che formalizzi una volta per tutte il distacco dai partiti ed un ridimensionamento del CdA. Per un servizio di qualita' ed all'altezza del Paese e' fondamentale basare le nomine unicamente su criteri quali capacita', professionalita' ed esperienza. In quest'ottica, come sosteniamo da anni, la commissione di Vigilanza dovrebbe essere eliminata".

6Commento
5 lug 2012, 05.15
avatar

E COME AL SOLTITO,  LA RIPARTIZIONE PADRONALE DI UN BENE PUBBLICO E' STATA FATTA.

VIVA QUESTI PARTITI E CHI LI VUOLE ANCORA TRA I PIEDI !!!

5 lug 2012, 05.27
avatar

E per fortuna che dicono che l'italia e' una repubblica democratica. Anche fondata sul lavoro, ma degli altri.

 

Altrimenti che cosa succederebbe..??

 

Tuttavia, i paganti il canone sono mai interessati..?

 

Non mi sembra. A voi sembra oppure come la si voleva dimostrare qui siamo SOTTO DITTATURA..??

 

5 lug 2012, 05.08
avatar
FINALMENTE LA FEDERCONSUMATORI SI FA SENTIRE SULLA VICENDA C'E' STATA UNA SCENA DELLE PIU' VERGOGNOSE E RACCAPRICCIANTI IN CUI L'ITALIA SI SIA TROVATA NEGLI ULTIMI ANNI................ COSA ASPETTIAMO A TOGLIERE QUELL'OBROBRIO DI TASSA DETTO CANONE BASTA STI LADRI E FANNULLONI ALLA GOGNA DEVONO ESSERE MESSI SPUTATEGLI IN FACCIA A SDTI BUONI A NULLA LADRI DI STIPENDI D'ORO SOLO PER FARE FAVORE AL KAISER NANO DEO MIEI STIVALI BERLUSCA
5 lug 2012, 14.33
avatar
Più che Carlo Magno mi sembri Pipino il Breve.
Segnala
Per favore aiutaci a mantenere una comunità sana e vivace segnalando ogni comportamento illegale o inappropriato. Se pensi che un messaggio violi leCodice di comportamentoper favore utilizza questo modulo per inviare notifiche ai moderatori. Loro faranno le verifiche sulla tua segnalazione e prenderanno le decisioni appropriate. Se necessario, riporteranno tutte le attività illegali alle autorità competenti.
Categorie
limite di 100 caratteri
Eliminare il messaggio?

approfondimento

messaggio promozionale

SùGiù

tutte le notizie