ANSA (© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati)
Aggiornato il: 09/08/2012 | autore ANSA

Rally: auto in un burrone, due morti

Morti il pilota e il navigatore, di 27 e 52 anni. Stavano provando la loro vettura in vista della gara


Rally: auto in un burrone, due morti

di Antonio Mariozzi

Un volo di circa venti metri in un tratto di strada con tornanti e strapiombi, l'auto che si ribalta piu' volte nella scarpata, due piloti che restano uccisi. Tragedia ieri sera, intorno alle 23, a Santopadre, piccolo comune tra Arce e Ceprano, nel frusinate, dove per sabato e domenica era in programma una gara di slalom con vetture da rally. Sono morti Francesco Cascone, 27 anni, di Sora, e Vittorio Canestraio, 52 anni, originario di Arpino ma residente a Fontechiari, in Ciociaria. Dovevano partecipare alla gara ora rinviata, per lutto, al 21 ottobre.

L'incidente si e' verificato intorno alle 23, quando la loro auto e' uscita di strada in localita' Barbarossa, capovolgendosi diverse volte. Inutili tutti i tentativi di soccorso: pilota e navigatore sono deceduti sul colpo. Le due vittime facevano parte del 'Santopadre Racing Team' (SRT) e stavano portando la loro Renault Clio nella scuderia. All'improvviso la vettura, per cause ancora da stabilire, e' uscita fuori strada, finendo in una scarpata e fermandosi solo dopo una ventina di metri. L'auto e' andata distrutta e per i due piloti non c'e' stato scampo.

La gara di Santopadre (nono slalom), 'Memorial Tiziana Grimaldi', fa parte del calendario Csai ed e' valida per il campionato italiano. "Nella zona dell'incidente - puntualizza la commissione sportiva automobilistica italiana (Csai) - non e' prevista alcuna gara rally. L'unica corsa in programma e' uno slalom".

La tragedia arriva dopo quella simile di venti giorni fa durante il rally 'Citta' di Lucca', dove, anche in questo caso, morirono pilota e navigatore. Sul drammatico incidente, che ha scosso il piccolo comune del frusinate, la procura di Cassino ha aperto un fascicolo; anche il Codacons chiede di fare luce sull'incidente e invoca "misure efficaci per garantire la sicurezza dei piloti di rally e degli spettatori che assistono alle corse".

Secondo il presidente Carlo Rienzi "le due vittime confermano non solo come le nostre preoccupazioni fossero piu' che fondate", ma anche la necessita' di "limiti piu' severi e maggiore sicurezza sui percorsi di gara del nostro paese, per evitare il ripetersi di simili sciagure".

4Commento
9 ago 2012, 16.21
avatar
io conoscevo tutti e due e ti dico ke nn è come dici tu,erano due xsone oneste e precise con la stessa passione x i motori,gli è andata male qst volta e nn è giusto ke sparli cosi,vorrei vedere se fosse accaduto a qlc tuo amico se avresti scritto qst orrende parole!nn ho parole guarda,mi auguro ke nn ti accadra mai una cosa del genere ma leggere qst cose scritte x un'amico fa male,quindi stai zitto ke è meglio!
9 ago 2012, 16.16
avatar
nn erano due ****,il **** sei tu ke scrivi cosi!
9 ago 2012, 11.13
avatar
Prove non autorizzate, quindi senza mezzi di soccorso e senza protezioni nei tratti di strada più pericolosi, non indossavano il casco e non indossavano le conture!!! Sono morti due cogli...oni!!!
Segnala
Per favore aiutaci a mantenere una comunità sana e vivace segnalando ogni comportamento illegale o inappropriato. Se pensi che un messaggio violi leCodice di comportamentoper favore utilizza questo modulo per inviare notifiche ai moderatori. Loro faranno le verifiche sulla tua segnalazione e prenderanno le decisioni appropriate. Se necessario, riporteranno tutte le attività illegali alle autorità competenti.
Categorie
limite di 100 caratteri
Eliminare il messaggio?

approfondimento

messaggio promozionale

Video

SùGiù

tutte le notizie