Primopiano
17/09/2012 08.00
Islam, si espande la violenza contro l'Occidente

Oltre mille persone in piazza a Kabul



Precedente1 di 21Successiva
Share this Gallery

LUNEDI' 17 SETTEMBRE
Oltre mille persone sono scese in piazza a Kabul per una violenta protesta contro il film anti-islamico prodotto negli Stati Uniti, bruciando auto in un'arteria della capitale afghana dove sono presenti, fra l'altro, installazioni e basi della Nato e degli Usa: lo dice la polizia afghana. Si tratta dei primi disordini a Kabul contro il controverso film, che ha causato violente manifestazioni in tutto il mondo islamico.

Un dimostrante pachistano è morto e almeno altri 11 sono stati feriti nella notte in proteste a Karachi contro il film anti-Islam prodotto negli Stati Uniti. Lo riferisce il giornale The Express Tribune. Centinaia di manifestanti del gruppo islamico Majlis Wahdat-e-Muslimeen si erano radunati ieri davanti al consolato Usa per un sit-in. La polizia era intervenuta con gas lacrimogeni e cannoni ad acqua per disperdere la folla. Diversi dimostranti sono stati fermati e poi rilasciati dopo qualche ora. Il corteo si è però formato di nuovo nella nottata in una diversa località dove si sono verificati altri disordini in cui sono state date alle fiamme delle camionette della polizia e una pompa di benzina. Gli attivisti intendono continuare la protesta fino a quando gli Usa non offriranno le loro scuse per la pellicola in cui si insulta il profeta Maometto.

 

VIDEO - Violente proteste in Afghanistan
VIDEO- Afghanistan, bruciano fantoccio di Obama
VIDEO - Le proteste a Sydney
VIDEO - Scontri al Cairo
VIDEO - Cenere e sangue, quel che resta del consolato
VIDEO - Yemen, la folla devasta l'ambasciata americana
VIDEO - Egitto, scontri e proteste contro il film su Maometto

MSN Notizie
MSN NotizieMSN Notizie
SùGiù

Fotogallery AGR

Fotogallery di sport

tutte le notizie