AGR (© Agr Srl)
Aggiornato il: 19/03/2014 | autore Redazione, AGR

Crimea: miliziani russi assaltano basi ucraine

I militari di Kiev non hanno reagito. Sempre più tesi i rapporti tra Russia e occidente


Crimea: miliziani russi assaltano basi ucraine

Non accennano a placarsi le tensioni tra Russia e Ucraina, a due giorni dal referendum in Crimea. Forze di autodifesa della penisola hanno preso il controllo della base della Marina ucraina a Sebastopoli, senza incontrare resistenza. Lo riferisce un fotoreporter dell'Associated Press: un centinaio di militanti hanno sfondato i cancelli, sono entrati nelle strutture del quartier generale e hanno issato la bandiera della Russia. I militari ucraini non avrebbero reagito.

Le milizie hanno catturato il comandante della marina ucraina Serhiy Haiduk. A quest'azione Kiev ha reagito con fermezza, lanciando un ultimatum di tre ore per ottenere la liberazione del comandante. Un altro attacco è stato sferrato nella base militare ucraina nell'ovest della Crimea, a Novoozerne. Più tardi i soldati russi hanno occupato due basi militari ucraine a Ievpatoria. Nella regione separatista è in arrivo il ministro della Difesa ucraino Igor Tenyuk e del primo vicepremier Vitaly Yarema: cercheranno di "mettere fine all'escalation del conflitto" sulla penisola, ha fatto sapere Kiev. Intanto sempre più tesi i rapporti tra la Russie e lediplomazione occidentali nonostante i ripetuti inviti al dialogo. E' saltato l'incontro programmato per mercoledì tra il presidente russo, Vladimir Putin, e il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, è stato annullato facendo infuriare Mosca. "Non hanno permesso al presidente del Consiglio europeo di venire a Mosca. La loro stessa gente", ha affermato il ministero degli Esteri russo in un indignato comunicato. Per giovedì è sempre pianificato un incontro a Mosca tra il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-Moon, e Putin. Il segretario Onu, poi, venerdì sarà a Kiev per incontrare il presidente Oleksandr Turchynov e il premier Arseniy Yatsenyuk.

Anche l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa punta il dito contro Mosca: l'annessione della Crimea - ammonisce il presidente dell'Osce Didier Burkhalter, è "contro il diritto internazionale". GUARDA IL VIDEO: Riccardo Fogli canta a Sebastopoli

45Commento
19 mar 2014, 01.39
avatar
Gli americani, pregni d'idiozie e sempre pronti a declamare libertà, adesso che la Crimea, liberamente, ha votato per l'indipendenza dall'Ucraina e all'annessione alla Russia, non vogliono accettare la volontà popolare. E poi parlano di autodeterminazione dei popoli. Ma solo quando va a loro favore. Al contrario, la considerano un'interferenza.
19 mar 2014, 02.14
avatar

La Crimea, russofona, era stata donata all' Ucraina da Cruscev nel 1954. Un errore nel periodo sovietico, quando c' era l' URSS. Ma è stato un errore da parte di Putin un' invasione militare, senza

una giustificazione preventiva con l' occidente e un accordo in base a una trattativa. E' ovvio che il fatto che in Ucraina sia stato defenestrato un governo filorusso non giustifica un' invasione che viola la sovranità di uno stato. Sarebbe come se l' Austria invadesse la provincia di Bolzano, perché lì la maggioranza della popolazione vorrebbe essere annessa a  quel paese.

19 mar 2014, 03.10
avatar
dietro i bandera(fascisti) a kiev, è provata la regia usa e di altri paesi europei ,il tutto per caccire la flotta russa e mettere una base nato nel mar nero ,è da ingenui pensare che la federazione  russa accettasse ,e chi pensa il contraro è deficente e ignorante
19 mar 2014, 02.20
avatar
è stato deposto un presidente regolarmente eletto. Io non so se ra un braco o pessimo presidente ma era stato eletto con libere elezioni. L'occidente si è affrettato ad avallare questa situazione antidemocratica e ora dicono che è antidemocratico quello che succede in Crimea. Sempre due pesi e due misure. Mi sa che i non democratici siamo noi dell'occidente che scambiamo la democrazia per l'interesse.
19 mar 2014, 05.50
avatar

Il presidente illegittimo ed il suo primo ministro son ormai allo sbando.

Le Forze armate regolari dell'Ucraina non combatteranno mai contro le Forze armate russe, sia perché sono inferiori qualitativamente e quantitativamente ma anche perché i loro ranghi sono largamente composti di militari russofoni.

Allora Yatseniuk gioca le carte setreme. Da ordini di sparare a vista nella speranza che magari qualche defficiente come lui ottemperi, ma la grande trovata é quella di formare una milizia di fedelissimi pagata con gli aiuti economici (invece di sfamare il popolo) che USA e UE stanno dando col contagocce.

Yatseniuk é un oligarca di piccolo cabotaggio ebreo-sionista che fa parte del congresso mondiale ebraico. Ha cavalcato la sommossa dei partiti dell'estrema destra anti-semita per arrivare illegittimamente al potere.

Queste poche osservazioni dovrebbero dare l'idea di che pasta é fatto quest'uomo e di cosa puó essere capace.

19 mar 2014, 04.32
avatar
come scrivono altri hanno ragione , è impossibile che un gruppo di chiamati ribelli trovi armi e forza , già visto in libia ,putin prosegue nel giusto o no , avendo un qualcosa in mano a suo favore ,crea fastidio che ora molti europei e altri vivono li e questo e reazione, ma ucraina ora è molto cara come prezzi una notte a kiev costa dai 300 euro in su , le periferie non parliamo sono stato nelle campagne invitato ,ti lavi nel pozzo , le donne che lavorano la terra alla sera sono spesso ubriache , non parliamo di uomini , non sono da europa ,comunque sono affari di uno stato non nostri , ma mi chiedo come li ed in libia ,chi gli ha armati ?
19 mar 2014, 09.09
avatar
non cè uno !! che puo fare fuori questo **** di putin !!
19 mar 2014, 08.14
avatar
Sì, è proprio curioso come si usino pesi e misure diverse a seconda se si tratti di "amici" da difendere o "nemici" da castigare! C'è stato in Ucraina un referendum ( vero?, paladini dell'autodeterminazione e della democrazia!) che ha stabilito con il 97 (novantasette!!) per cento dei voti che loro preferiscono la Russia all'Ucraina: BASTA! La storia finisce qui! Ma gli ipocriti, intriganti occidentali (guerrafondai USA in testa che come sempre provocano in vari modi rivoluzioni e sommosse popolari senza valutarne le conseguenze: intanto l'importante è VENDERE ARMI!) mettono in scena il teatrino delle marionette: sanzioni, divieti, etc. . Fanno bene i russi a fregarsene ed andare diritti per la loro strada. Intanto tu -Occidente!- continua così che di strada ne farai poca!! Adesso non è più come 50 anni fà...!!!
avatar
Il potere, specialmente quando non da libertà e democrazia non vuole mai accettare che una popolazione possa voler l'indipendenza da uno stato in cui non si riconosce o non è riconosciuta in modo adeguato (penso al Veneto e ad altre popolazioni in Italia).
Mi dispiace ci siano stati dei morti, ma vi faccio una domanda:
Quanti morti ci sarebbero stati se veramente la Federazione Russa avesse militarmente attaccato la Crimea?
E ancora ditemi: Quanti morti ci saranno ancora per colpa degli americani e dei tedeschi che vogliono diventare i padroni della Ucraina?
Quello che è strano è che io non sono mai stato comunista, dico questo mentre invece quelli che tifavano e spergiuravano per Stalin ora si schierano con gli americani, facile stare sempre dalla parte del più forte?
19 mar 2014, 12.41
Segnala
Per favore aiutaci a mantenere una comunità sana e vivace segnalando ogni comportamento illegale o inappropriato. Se pensi che un messaggio violi leCodice di comportamentoper favore utilizza questo modulo per inviare notifiche ai moderatori. Loro faranno le verifiche sulla tua segnalazione e prenderanno le decisioni appropriate. Se necessario, riporteranno tutte le attività illegali alle autorità competenti.
Categorie
limite di 100 caratteri
Eliminare il messaggio?

ultimissime

Scopri il nuovo MSN NotizieDona ora!

Video

SùGiù

Cronaca

approfondimento