ANSA (© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati)
Aggiornato il: 20/09/2012 | autore ANSA

Murata porta sede Equitalia a Livorno

Con cemento e tre file di mattoni


Murata porta sede Equitalia a Livorno

(ANSA) - LIVORNO, 20 SET - Murata, con cemento e tre file di mattoni da tamponamento, la porta di ingresso al pubblico della sede di Equitalia a Livorno. Il fatto e' accaduto probabilmente durante l'ora di pranzo: ad accorgersene e' stato il portiere. Indagano i carabinieri. La sede e' quella presa di mira il 12 maggio quando fu lanciata una molotov. Un episodio che le indagini avrebbero poi portato a qualificare come un gesto di un gruppo di ragazzi al termine di una notte brava: 9 gli indagati.

13Commento
20 set 2012, 10.53
20 set 2012, 11.07
avatar
Durante l'ora di pranzo ??????? certo che gli impiegati se sono interdetti come quel pirla che mi ha calcolato la rateizzazione di un pagamento facendomi prendere un ulteriore sanzione , non se ne accorgono neanche se sono dentro .
20 set 2012, 11.38
avatar
questo e il segnale che in italia serpeggia il mal contento. o i nostri politici aprono le orecchie e danno ascolto al popolo o finisce come in Siria e la son dolori. 
20 set 2012, 11.59
avatar
non solo le porte di equitalia dovrebbero essere murate.. ma pure quelle di montecitorio..con tutta la casta dentro ovviamente...
20 set 2012, 11.33
avatar
facciamo una colletta per comperare una buttumiera vedete quanto perte vengono murate
20 set 2012, 11.18
avatar
QUINDI SE SONO RIUSCITI A MURARE LE PORTE DI INGRESSO, E' MOLTO PIU FACILE A DEMOLIRLA CON UNA RUSPA, MA DOVE ERANO GLI GLI UOMINI DI GUARDIA.
20 set 2012, 11.16
avatar
...una volta fecero trovare delle sculture che sembravano realizzate  da modigliani ma che erano dei falsi solenni  in uno dei canali della citta.....che ironia hanno questi livornesi ...strano che i pisani ne parlino cosi male....
20 set 2012, 12.06
avatar
i livornesi...come sempre fautori di gesti di grande ingegno..solo che con equitalia,l'essere pacifico non basta piu',servirebbero davvero nuove bombe,non mattoni...stranamente,in italia,solo quando ci scappa il morto,si prende coscienza della realta'...non hanno ancora capito che la gente e' stremata da sacrifici che devono fare sempre gli stessi,mentre chi dovrebbe dare l'esempio,si trincera dietro un'arroganza che non puo' piu' essere sopportata.
20 set 2012, 12.27
avatar
Non basta murare le porte  di equitalia,ma anche quelle  dei  partiti,presidenti delle regioni,quelli della lega,quelli della  margherita,quelli del Pdl,prendere  a calci in ****  tutti sti politici,ladri sbruffoni,incapaci,disonesti,bugiardi.  vanno in politica  solo per fregare i nostri  soldi,per stipendi  e pensioni,per il resto non gli frega niente.  ora  si capisce  perchè la  lega  non sfiduciave  Berlusconi,altrimenti n come  avrebbe  fatto  a prenderi i soldi  dei  finanziamenti  per  Bossi  e famiglia?,sono tutti come  Lusi,Belsito,polverini,  sono tutti dei ladri,questo ci fa capire  perche il nostro debito pubblico  continua ad aumentare,i soldi li fanno fuori tutti questi  ladroni  di politici.   DOMANDIAMOCI  COME  MAI CIRCOLANO TUTTI QUESTI SOLDI  IN MANO  A GENTE POCO RACCOMANDABILE,COME  MAI TUTTI QUESTI SOLDI AI QUESTI  PARTITI,COME  MAI MONTI NON SI DA UNA MOSSA,è STATO MESSO LI ANCHE PER QUESTO,COMBATTERE  GLI SPRECHI,  E NON LO FA,MANDIAMOLO  A  CASAAAAAAAAA
20 set 2012, 12.14
avatar
grandi sono stati grandi sono stati gli unici a chiudergli la porta visto che i nostri grandi politici non ci sono riusciuti solo che a parole
Segnala
Per favore aiutaci a mantenere una comunità sana e vivace segnalando ogni comportamento illegale o inappropriato. Se pensi che un messaggio violi leCodice di comportamentoper favore utilizza questo modulo per inviare notifiche ai moderatori. Loro faranno le verifiche sulla tua segnalazione e prenderanno le decisioni appropriate. Se necessario, riporteranno tutte le attività illegali alle autorità competenti.
Categorie
limite di 100 caratteri
Eliminare il messaggio?

ultimissime

Scopri il nuovo MSN NotizieDona ora!

Video

SùGiù

Cronaca

approfondimento